Senza categoria

A settembre si apre la corsa all’energia elettrica libera in Albania


Il mercato dell’elettricità in Albania conserva un’enorme potenziale: solo l’energia consumata da clienti finali oltrepassa di bene il valore di 500 mil di Euro. Dall’altra parte le interconnessioni cross-border ha presso una particolare azione negli ultimi anni e tuttora vede anche un continuo rafforzamento insieme alla rete interna dai 110 kV, trasformatori 20kV/0.4kV, cavi ABC e misuratori smart con investimenti medi per più di 200 milioni euro ogni anno.

Nonostante ciò, riguardo le sfide e la arretratezza, attuale stato si trova un po’ alla situazione generale dell’economia agli inizi dei anni ’90. Pur essendo ciò, il tutto tra poco si allocherà tra le parti più avanzati dell’economia con lo sviluppo di una borsa anche giornaliera, molteplicità di attori coinvolti, prezzi dinamici, etc. Naturalemnte il tutto con alti possibilità per le poche compagnie che avranno la necessarie expertise.

Allo stato d’arte, le società licenziate ad svolgere l’attività di fornitura in congiunto con dell’altre attiva o da sole sono hanno raggiunto il numero di 39. Solo l’anno scorso sono stati licenziati a svolgere l’attività di fornitura 7 soggetti e al trading 11. Naturalmente tale attività e limitata solo al tensione 110 kV per solo sette soggetti (ma in procinto ad allargarsi di molto!).

In tutto ciò, l’ERE ha un ruolo fondamentale per garantire la competitività di tale mercato. Il regolatore assicurerà: che il fornitore in carica non limiti o condiziona i consumatori in alcun modo o forma commutazione; che il DSO applica norme e tariffe non discriminatorie e trasparenti per l ‘utilizzo di rete di distribuzione; e che gli OSSH e i fornitori offrono ai consumatori tutte le informazioni necessarie per fare un utilizzo effettivo dei loro diritti.