Senza categoria

Via i tappi il 23 febbraio apre Vinalbany 2018

Via i tappi, il 23 Febbraio inizia il Vinalbany. Se siete addetti ai lavori, se siete curiosi o se semplicemente siete grandi appassionati di bianchi, rossi e rosati, la fiera di Tirana e il suo sempre più ricco fuori salone sono la vostra meta ideale. Sono i numeri a dire che Vinalbany è la più grande kermesse albanese dedicata al settore vinicolo.

L’evento, poi, salpa con il vento in poppa, se è vero che è proprio il settore vitivinicolo a trainare il comparto agroalimentare italiano: con circa 50 milioni di ettolitri prodotti nel 2017, l’Italia si conferma per il secondo anno consecutivo il primo produttore mondiale. E nonostante il perdurare della crisi e il calo dei consumi interni, l’anno scorso è stato il secondo paese esportatore di vino (dietro la Francia) sia a volume con 20,6 milioni di ettolitri (+2,9%), sia in valore con 5,62 miliardi di euro (+4,3%).

INTERNAZIONALE E DIGITALE

Dunque, Italia sempre più leader dell’enologia mondiale, con una varietà di vini, vitigni e paesaggi che non ha eguali. Segnali incoraggianti, ai quali i produttori e gli operatori professionali cercheranno di dare una conferma durante questi quattro giorni di grandi eventi, degustazioni tecniche, contrattazioni, conferenze, forum e seminari che affrontano i temi dell’attualità, facendo emergere le sfide e le prospettive per il futuro (info e programma su http://www.vinalbany.com). Internazionalizzazione, business e digital transformation sono le parole chiave di questa 6° edizione: una fiera imperdibile per i professionisti del vino, ma che da tempo, ormai, ha allargato la sua sfera di interesse anche all’olio extravergine, alla birra e al cibo di qualità.

 

VERSO IL MERCATO ALBANESE E CINESE

Questa edizione è tutta dedicata all’Albania e all’opportunità di aprire la «Via della seta» per il vino italiano grazie agli accordi doganali e commerciali tra Cina ed Albania che favoriranno questi scambi. Saranno presenti alcuni player strategici della domanda come «1919», il più grande operatore cinese della distribuzione online e offline  oltre a 14 buyer asiatici specificamente selezionati.