Senza categoria

Nasce la prima società Lombardo Turca in Albania nel settore della bellezza

Si è concluso oggi l’accordo che vede la nascita della prima società Lombardo Turca in Albania, una catena di 25 negozi di parrucchiere, estetica e trattamenti di bellezza, BLG investe nel 49% nel settore con il primo esperimento di dialogo imprenditoriale Lombardo Turco.

L’iniziativa darà lavoro a 150 persone, in prevalenza ragazze, specializzate nella cura della bellezza.

Non semplici luoghi di lavoro, ma ambienti di design in cui stile e bellezza vengono personalizzati su ogni donna, dove innovazione tecnica e ricerca artistica sono in continuo fermento e sviluppo.

La società aprirà anche una scuola di formazione riconosciuta da un istituto scolastico bresciano per il rilascio di certificazioni professionali comparabili.

Professione antica, quella del parrucchiere, ma più attuale che mai e, soprattutto, in continua crescita. Chi vuole entrare in questo settore deve sapere che la competizione è molto alta e per poter sopravvivere alla concorrenza bisogna essere in grado di inventarsi sempre qualcosa di nuovo per accrescere la clientela e, di conseguenza, anche il volume degli affari.
Per poter esercitare la professione di acconciatore occorre conseguire un’apposita abilitazione, previo un esame teorico-pratico preceduto da un percorso formativo previo il superarmento di un esame teorico – pratico.

Una recente indagine sugli acconciatori, condotta da Marketing & Telematica con interviste telefoniche ai titolari di 70.000 saloni, rivela un buon stato di salute del settore.
A dimostrarlo l’aumento delle dichiarazioni di crescita del lavoro (dal 16,3% del 1997, all’attuale 23,9%) e di stabilità (passate dal 53,2% al 58,9%) rispetto alle indicazioni di contrazione dell’attività. Un altro segnale positivo è l’aumento del numero dei punti vendita, ( +15,4% rispetto a due anni fa), con una distribuzione territoriale pressoché uniforme, anche se Centro e Sud Italia fanno registrare più elevati tassi di crescita. È in Sardegna che si registra un vero e proprio boom, grazie all’intraprendenza di molti nuovi imprenditori.
Ancora poco diffuso è il fenomeno dell’organizzazione distributiva, anche se in crescita, rappresentando il franchising oggi il 4,8% del mercato totale.