Senza categoria

BLG per il secondo anno consecutivo tra le dieci aziende più desiderate dai lavoratori albanesi

Qual è il posto più bello in cui lavorare? Ce lo dice la classifica del 2018 del Great Place to Work Institute.

Tutti vorremmo che l’azienda in cui lavoriamo fosse un ambiente di lavoro desiderabile, con un welfare avanzato e in cui i rapporti con capi e colleghi fossero eccellenti.

Se è vero che il posto di lavoro perfetto non esiste, ci sono però alcune aziende in Italia in cui è più bello lavorare. Anche quest’anno il Great Place to Work Institute, società mondiale di ricerca, consulenza e formazione, ha stilato la classifica delle migliori compagnie con i dipendenti più soddisfatti. La lista è suddivisa in tre categorie: grandi, medie e piccole aziende.

Gli ambienti di lavoro vengono votati in gran parte dai lavoratori stessi, i quali compilano un questionario e danno il proprio giudizio sulla società per cui lavorano. Il parere dei dipendenti pesa sul giudizio finale per i 2/3 , mentre la restante parte è legata all’analisi delle pratiche di gestione e all’organizzazione delle risorse umane di ogni azienda.

Capiamo quali sono i criteri con cui si stabilisce la qualità di un ambiente di lavoro e quali sono le aziende, in Italia, in cui lavorare è più bello. La vostra non è in classifica? Poco male, almeno adesso sapete a chi mandare il curriculum.

Miglior ambiente di lavoro: ecco cosa guardare

I criteri con cui le imprese meritano o no l’ingresso nella classifica dei migliori posti in cui lavorare in Italia sono diversi. Esse presentano un ambiente di lavoro stimolante e positivo sia in termini di relazioni che di produttività.

Le relazioni fondamentali che incidono sulla qualità di un posto di lavoro sono: una relazione di fiducia reciproca con il management aziendale, il rapporto di orgoglio per il proprio lavoro e per la società di cui si fa parte e la qualità dei rapporti con i colleghi.

Un ambiente di lavoro eccellente è determinato quindi da 5 dimensioni fondamentali: Credibilità, Rispetto, Equità, Orgoglio e Coesione, dove le prime tre misurano la fiducia, mentre le ultime due mirano a valutare il rapporto dei dipendenti con la loro attività e l’azienda, i loro giudizi riguardo a essi, e i momenti di svago nel luogo di lavoro con i colleghi.

Quali sono i migliori posti di lavoro in Italia per il 2018?

American Express guida la classifica per le grandi aziende, seguita da Hilton e ConTe di Admiral Group. Anche quest’anno Kiabi occupa la parte alta della classifica anche se scala di una posizione e, a sorpresa, supera Adecco.

Per le medie imprese, invece, troviamo ai primi posti Cysco Systems e Vetrya, entrambe specializzate in tecnologia informatica, mentre per le piccole imprese entrano di diritto in classifica soprattutto le società che operano nel settore della pubblicità e del marketing.

E in Albania ?

BLG, sempre secondo la classifica pubblicata su investire oggi Lombardia, si è classificata in Albania tra le prime dieci aziende dove i giovani vorrebbero lavorare confermando l’impegno della prima impresa lombarda specializzata in investimenti di aziende italiane ed internazionalizzazione.