Eventi

Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti invita BLG a Firenze per presentare l’Albania

È forte la proiezione internazionale della Toscana, quarta regione esportatrice italiana con circa 48 miliardi di euro di export nel 2017, in crescita del +7,7% rispetto all’anno precedente. E’ quanto emerge dal Rapporto Export 2018, a cura dell’ufficio studi di Fondazione Caritate Christi Compulsi, presentato oggi nell’ambito del convegno “L’export toscano tra dazi, Trump e instabilità geopolitica”.

“È molto importante che le aziende italiane e toscane, spesso assolute eccellenze nei loro mercati, siano supportate nella loro crescita internazionale al meglio, con continuità e in maniera sostenibile, sia attraverso il supporto finanziario che con know-how specialistico”.

Quanto ai dati del Rapporto Export 2018,  si tratta di “dati sostanzialmente positivi, costruiti sulla base di un 2017 straordinario per l’export italiano e su un contesto di crescita globale ragionevolmente diffuso e forte su tutte le geografie”. Quadro “leggermente meno positivo” alla fine del 2018, in ragione delle “grandi tensioni internazionali. Le tensioni protezionistiche, le incertezze, l’uscita dal quantitative easing hanno effettivamente causato una situazione di maggiore volatilità e quindi di leggero rallentamento“. Resta comunque un dato positivo: anche nel primo semestre del 2018 l’export italiano è cresciuto. “E’ cresciuto in maniera significativa  perché stiamo parlando di una crescita superiore al 4%“.