Servizi Legali

IMG_2805Normalmente avere un ufficio legale interno comporta dei costi insostenibili per una piccola o media impresa; ecco dunque l’innovazione costituita dall’Ufficio Legale in outsourcing: si condivide l’avvocato il quale, da libero professionista, cura gli interessi anche di altre aziende, come d’altra parte avviene oggi con il commercialista. Quando c’è un problema o un dubbio si chiama l’Ufficio Legale e si consulta l’avvocato attraverso un canale dedicato.

L’Ufficio Legale in Outsorcing è uno strumento manageriale, con spiccate caratteristiche strategiche, che consente all’azienda di liberarsi di alcune funzioni di supporto per puntare sulle attività essenziali: è questo in sostanza il motivo principale, affiancato a quello della riduzione dei costi, che induce un numero sempre maggiore di imprese a ricorrere all’outsourcing.

Delegare a professionisti esterni la gestione di attività considerate non strategiche per le imprese costituisce l’unica via per raggiungere l’obiettivo di concentrarsi sul core business, obiettivo che oggi è imposto dai mercati.

I vantaggi dell’Outsourcing  ed il nostro approccio

La esternalizzazione delle attività legali consente all’impresa:

  • di concentrarsi sul “core business” dal momento che diminuisce il numero di attività direttamente gestite; evitando di dover investire in attività secondarie che, per raggiungere livelli di apprezzabile competitività, necessiterebbero di investimenti ingenti;
  • di ridurre i costi, perché l’impresa si affida ad un partner specializzato che ha come business principale l’attività che l’impresa esternalizza;
  • di trasformare i costi fissi in costi variabili, dato che i costi del personale e delle attrezzature (ammortamenti) coinvolte sono sostenuti dall’operatore esterno;
  • di avere maggiore flessibilità, ossia una maggiore capacità di far fronte ad improvvise variazioni di processi di business, in quanto lo studio legale in outsourcing, grazie alla propria organizzazione specifica, è in grado di compensare i picchi di un cliente con altri a stagionalità contraria;
  • di migliorare il livello di servizio grazie all’utilizzo di operatori specializzati;
  • di valorizzare il personale interno da dedicare al miglioramento dei processi aziendali interni;
  • di migliorare la qualità dei servizi offerti e dei prodotti forniti, in quanto la professionalità specifica dello studio legale esterno, garantita da assicurazioni sul rischio professionale,  consente di garantire standard qualitativi elevati:

La decisione se realizzare o meno un programma di Outsourcing non deve fermarsi, tuttavia,  all’esame dei potenziali benefici economici connessi a tale scelta, ma comporta un’attenta analisi delle implicazioni gestionali ed organizzative che ne discendono.

Sono infatti molteplici i casi in cui importanti innovazioni organizzative e metodologiche introdotte in azienda tramite degli ambiziosi progetti di rinnovamento, si sono poi rivelate un insuccesso a causa  o delle forti resistenze interne o dell’incapacità di creare il consenso dell’intera struttura aziendale.

Le decisioni di outsourcing presuppongono inoltre un cambiamento di approccio culturale: diventa indispensabile saper riconoscere al fornitore il ruolo di partner, il che comporta non solo mettere in comune le capacità complementari di ciascuna delle parti (cooperazione), ma stabilire anche un rapporto fiduciario basato sulla buona fede e sul rispetto reciproco (condivisione delle informazioni).

Attraverso l’innovativo servizio di Consulenza legale in outsourcing lo Studio si propone di assistere e tutelare l’impresa convenzionata, in particolare, nelle seguenti materie:

  • Diritto civile e processuale civile;
  • Diritto commerciale;
  • Procedure concorsuali (con particolare riferimento alle procedure di Ristrutturazione dei debiti, Concordato con continuità, Concordati, Fallimenti);
  • Diritto del Lavoro;
  • Tutela del credito;
  • Diritto Amministrativo